Volete navigare, ma non volete correre rischi: scegliete una barca FiloSafe con rimborso del 100%.

Comprare barca a vela usata

Comprare una barca a vela usata. Come scegliere quella che fa per te?


   Da Flavia CAMMARATA 

Da Flavia Cammarata Pignato, responsabile del marketing per il mercato italiano in Filovent. "Da sempre appassionata di barche a vela, ho già avuto esperienza nel settore nautico, presso un'impresa dedicata alla compravendita di barche online. Ora parte del team di Filovent sono felice di condividere con voi tutti i segreti del mare."

Quando ci si appresta a comprare una barca a vela usata occorre sempre effettuare un’analisi meticolosa di tutti gli aspetti che concorrono a determinare la decisione finale, anche i dettagli più impensabili. É molto importante essere, infatti, lungimiranti per arrivare ad essere perfettamente consapevoli di cosa si sta acquistando.

Che si tratti di una barca a vela piccola, media o di grandi dimensioni, in vetroresina o in acciaio, di un monoscafo o di un catamarano, vale sempre lo stesso discorso. Comprare una barca a vela usata è indubbiamente un evento intriso di emozione e di pathos per il potenziale acquirente. Comprare una barca a vela usata è indubbiamente un evento intriso di emozione e di pathos per il potenziale acquirente. È importante però non lasciarsi prendere troppo dall’entusiasmo del momento e scegliere con criterio.

La fase di pre-acquisto assume, quindi, una straordinaria importanza e quanto più sarà lenta e impegnativa, meglio si arriverà al traguardo finale. Tutto ciò è facilmente intuibile dato che non si tratta di un acquisto d’impulso, ma di un investimento relativamente ingente, che può incidere ampiamente sulle nostre finanze. Guardare a lungo temine e considerare tutti i pro e i contro dell’acquisto di una barca a vela usata si rivela pertanto importante.

comprare barca a vela usata
Comprare una barca a vela usata è indubbiamente un evento intriso di emozione e di pathos per il potenziale acquirente (foto Adobe Stock)

Comprare una barca a vela usata: quali sono i vantaggi?

Prima di lanciarsi nell’acquisto di una barca usata, è bene considerare i vantaggi e gli svantaggi nel breve e lungo termine. A differenza delle barche nuove di zecca, quelle usate non saranno coperte da assicurazione e potrebbero presentare dei difetti derivanti dall’usura. Queste sono, inoltre, più soggette a guasti e richiedono una più attenta e frequente manutenzione. D’altra parte però, comprare una barca a vela usata permette di trovare dei prezzi molto vantaggiosi.

È chiaro però che la scelta non deve dipendere solo ed unicamente dal prezzo e dal budget che si ha a disposizione. Occorre infatti, considerare che una barca usata offre un maggior margine di azione quando si vuole cambiare modello più volte durante tutto l’arco della propria esistenza. Le esigenze di un armatore possono evolvere nel tempo, anche in rapporto alla propria esperienza di navigazione. È molto frequente voler cambiare e volersi disfare di una barca a vela usata, per comprarne un’altra. Questa eventualità risulta emotivamente meno onerosa rispetto ad una barca nuova. Inoltre, qualora non si fosse convinti appieno del modello che si sta per acquistare o si desidera comprarne una grande subito con un budget limitato, è consigliabile orientarsi al mercato dell’usato.

cambiare barca a vela usata
È molto frequente voler cambiare e volersi disfare di una barca a vela usata, per comprarne un’altra (foto Adobe Stock)


Tenendo conto di tutti questi fattori, sarai a questo punto in grado di renderti conto se rivolgerti o meno sul mercato dell’usato. Nella fase di scelta ci vengono in aiuto i vari siti web specializzati grazie ai quali è diventato più semplice che in passato comprare una barca a vela usata. Le offerte sono davvero tante, vediamo come fare per districarsi in questo variegato mondo e scegliere quella più adatta a te!

Barche a vela usate: le piattaforme per trovare i migliori annunci

Il primo passo da effettuare quando si sta pensando di comprare una barca a vela usata è andare su internet ed affidarsi ad una delle molte piattaforme online specializzate nel settore nautico e che fanno da intermediarie tra i proprietari ed i potenziali acquirenti. Grazie ad esse, chiunque voglia acquistare una barca potrà visualizzare comodamente da casa, e con un semplice click, tutte le occasioni offerte dal mercato. Non solo, verranno fornite una grande quantità di informazioni come schede tecniche, fotografie e dettagli della barca.

Tra le piattaforme più complete e affidabili in questo senso troviamo iNautia che, oltre ai suddetti servizi, offre la possibilità di filtrare la ricerca per tipologia, stato della barca, prezzo, lunghezza, anno di costruzione, paese e molto altro, rendendo estremamente facile trovare delle occasioni su misura.

Come scegliere la tua barca a vela usata?

Abbiamo appena visto quali sono i pro e i contro dell’acquisto di una barca a vela usata e la maniera più semplice per scovarle nel modo più semplice ed effettivo. Entriamo ora nel concreto per guidarti nel processo di scelta e di acquisto.

Scegli in base al tuo piano di navigazione

Abbiamo già parlato di lungimiranza nella fase di scelta ed in effetti la prima cosa a cui dovresti pensare per trovare la barca dei tuoi sogni è immaginare a priori per quali scopi vorresti utilizzarla. Tutto dipende dalle tue esigenze personali, dal numero di persone che ti accompagneranno a bordo, ma anche dalla tua esperienza di navigazione. Per esempio, sei hai in programma di fare traversate di medio-lungo raggio potrebbe essere ideale per te un mezzo più stabile e sicuro. Se hai intenzione di navigare con un gruppo di amici o con la famiglia avrai bisogno di spazi particolarmente capienti. In questo caso un catamarano potrebbe essere la scelta più giusta.

Quando si vuole comprare una barca a vela usata è, dunque, fondamentale avere le idee chiare sull’uso che se ne prevede di fare. Il mercato dell’usato nautico è molto ampio e variegato e non è semplice orientarsi in tal senso. Per questo motivo fare una prima scrematura in base al piano di navigazione previsto e ridurre il ventaglio di possibilità è molto importante e utile.

Stila un elenco delle barche rispondenti alle tue esigenze

A questo punto è fondamentale che stilare una lista delle imbarcazioni più interessanti, magari cominciando dai costruttori e modelli prediletti, per poi ampliare progressivamente il ventaglio e fare paragoni tra le varie opzioni. Se sei alla ricerca di una barca a vela usata, documentati online, leggi le schede tecniche, rivolgiti a broker professionisti o ad amici appassionati, attiva tutti i canali che conosci per comprendere a fondo cosa offre il mercato! Stila, inoltre, una lista di elementi che per te sono imprescindibili e un’altra con gli “optional” che ti piacerebbe avere, ma di cui potresti fare a meno. Informati e approfondisci nel dettaglio le differenze tra i vari modelli, anche in termini di prestazioni, specialmente se hai in programma crociere medio-lunghe.

varie offerte barche a vela
Sul mercato si trovano offerte di barche per tutti i gusti (foto Adobe Stock)

Visita la barca prescelta ed esegui una perizia nautica

Ci siamo, hai individuato due o tre barche che potrebbero fare al caso tuo. È il momento di visitare dal vivo quelle che ti interessano di più. Al secondo o terzo incontro sarebbe opportuno accordarti con un perito nautico affinchè ti accompagni e ti guidi per una valutazione il più possibile obbiettiva dell’unità da diporto che ti stai accingendo a comprare. Ciò vale in special modo per il mondo dell’usato ed un occhio esperto può cogliere dei dettagli ignoti ai più “profani”. Infine, prendi nota di tutti i difetti e i lavori di manutenzione così da farli presenti al venditore durante la fase di negoziazione del prezzo.

Effettua una prova di navigazione

A questo punto occorre valutare lo stato delle barche prescelte dal punto di vista della performance di navigazione. Anche qui raccomandiamo il ricorso ad un perito che, durante la navigazione, valuti attentamente il funzionamento del motore e di tutto l’equipaggiamento a bordo, nonché eventuali difetti o infiltrazioni, rumori anomali, deterioramento degli arredi.

Di quali costi tenere conto quando si compra una barca a vela usata?

Calcolare il budget da investire nell’acquisto di un’unità da diporto non si riduce solo e semplicemente alla valutazione del suo prezzo d’acquisto. Oltre ai costi del passaggio di proprietà, l’imposta patrimoniale e la tassa d’iscrizione nei registri delle unità da diporto, sono molti altri i fattori che incidono sull’investimento totale. Ecco quali sono i parametri da tenere in considerazione:

Perizia

Un’imbarcazione è un mezzo molto delicato e vulnerabile, soggetto all’azione del tempo e delle intemperie ed in mare la sicurezza é estremamente importante. Viene da sè che, tra le spese annuali da destinare ad una barca a vela usata, quelle per la manutenzione sono probabilmente le più consistenti, nonché imprescindibili. Questo discorso vale soprattutto quando abbiamo a che fare con un’imbarcazione datata che richiede controlli ancora più frequenti. Pertanto, i lavori di manutenzione ed i relativi costi di cui dovrai tenere maggiormente conto sono:

  • Messa a punto e revisione del motore, ma anche cambio dell’olio e dei filtri;
  • Controllo e cambio degli anodi sacrificali che proteggono lo scafo dalle correnti galvaniche;
  • Passaggio della vernice antivegetativa;
  • Controllo delle pompe (sentina e scarico);
  • Manutenzione della strumentazione elettronica e delle eventuali batterie;
  • Sostituzione regolare di bimini, parabordi, candelieri, sartiame, cavi di ormeggio e scotte e di tutti i dispositivi di sicurezza.
manutenzione
Tra le spese annuali da destinare ad una barca a vela usata, quelle per la manutenzione sono probabilmente le più consistenti (foto Adobe Stock)

Assicurazione

Se non avevi messo in conto i costi dell’assicurazione ti consigliamo di farlo ora. Stiamo parlando dell'assicurazione per la responsabilità civile sui danni a terzi, obbligatoria per legge. Durante la navigazione o in sosta o durante le manovre o in porto, potrebbero avvenire degli incidenti per cui si rende estremamente necessaria. Ovviamente anch’essa ha dei costi che determinano un incremento dei margini di investimento a lungo termine.

Ormeggio

Ultimo, ma non meno importante è il problema dell’ormeggio il cui prezzo può pesare anche molto nella definizione del budget. Le opzioni sono due: noleggiare o acquistare il posto barca. A te la scelta! Ti consigliamo di selezionare attentamente il luogo di ormeggio della tua barca a vela usata poichè il prezzo può variare in base alla zona e alla grandezza del porto. Se per esempio ti orienti su un porticciolo lontano da casa, risparmieresti indubbiamente sul posto barca, ma aumenterebbero i costi del carburante per raggiungere la base. Questo si tradurrebbe, inoltre, in una riduzione di uscite in mare durante tutto l’arco dell’anno. Non dimenticare poi di calcolare i costi legati all’elettricità all’acqua corrente, assicurandoti se sono o meno inclusi nel prezzo del posto barca.

La fase di negoziazione del prezzo e di acquisto

Una volta eletta la barca a vela usata dei tuoi sogni è il momento di negoziare il prezzo tenendo conto di eventuali elementi da riparare o sostituire, emersi durante la perizia e la prova di navigazione. Concorda con il venditore la cifra e le relative modalità di pagamento attraverso il cosiddetto compromesso. Firmato il contratto da ambo le parti, il compratore dovrà versare una caparra per bloccare la barca. Il passo successivo è l’atto di vendita per la cui autenticazione non è necessariamente richiesto un notaio, ma è sufficiente recarsi in Comune. A convalidazione avvenuta l’atto andrà poi registrato presso l’Agenzia delle Entrate e quindi portato alla Capitaneria.

Bisogno di un consiglio?
François, l’esperto della vostra crociera
Bisogno di un consiglio?
Voglio ricevere e-mail da Filovent e creare il mio account cliente


Noleggio barche : Qual è il tuo stile di barca?