dio dei venti

La Grecia, patria del dio dei venti: tra mitologia e condizioni di navigazione


Culla di civiltà e di personaggi illustri, la Grecia è un paese ricco di mitologia. Eolo, dio dei venti, condiziona il meteo soffiando dai quattro punti cardinali e bisogna tenere in considerazione questo fattore quando si desidera fare una crociera nelle isole greche. 

Eolo, il dio dei venti

Secondo la mitologia greca, il dio dei venti in realtà nasce mortale e solo in seguito viene trasformato in divinità. Essendo immortale e amico degli dei, il dio dei venti riceve da Zeus il controllo dei venti, che vengono liberati su richiesta dopo essere stati rinchiusi in una grotta per tutto quel tempo. La sua storia è segnata in particolare dall'incontro con Ulisse che, di ritorno da Troia, viene accolto dal dio dei venti con tutti gli onori. Il dio dei venti gli dona un otre colmo di venti sfavorevoli alla sua navigazione, affinché lui e il suo equipaggio possano tornare sani e salvi sull'isola di Itaca. Purtroppo i marinai approfittano del sonno del loro capitano per aprire l'otre e scatenare tutte le tempeste. Questa volta la nave non viene accolta nuovamente sulla riva di Eolia: convinto che sia una volontà divina, il dio dei venti si rifiuta di aiutarli e li condanna a vagare di nuovo sulle onde.
Si possono distinguere quattro venti principali tra quelli diretti dal dio del vento: la Tramontana, il terribile vento invernale da nord, Noto, il vento piovoso proveniente da sud, che annuncia l'estate, Euro, il freddo e violento vento autunnale da est e infine Zeffiro, la dolce brezza primaverile. Si tratta di elementi da prendere in considerazione prima di navigare e di noleggiare una barca in Grecia.


borée, vent du nord

I venti nelle zone di navigazione della Grecia occidentale

Con venti ideali e prevedibili, le Isole Ionie sono un vero paradiso per la vela. Durante l'estate, il vento di nord-ovest, noto come meltemi, soffia a 2,5 nodi e mezzo (circa 4,6 km/h) nel primo pomeriggio, per poi indebolirsi in serata. In primavera e in autunno, il dio del vento tende ad essere più calmo e soffia da sud-ovest. Tuttavia, questo vento può ancora raggiungere i 10-15 nodi (circa 28 km/h) a mezzogiorno, per poi calare all’ora del tramonto. Infine, durante l'inverno, l'aria umida dello scirocco sale da sud e può soffiare per due o tre giorni di fila. Da notare che il vento greco rimane particolarmente forte in questo periodo dell'anno, ma non soffia in estate. I venti terrestri possono produrre anche forti raffiche in alcune zone di navigazione, come l’isola di Zante e al parte est della mitica isola di Itaca.


Corfou, grèce

I venti nelle zone di navigazione della Grecia orientale

Le isole Sporadi nel nord-est presentano le condizioni perfette per noleggiare una barca a Skopelos, con il meltemi e il mare piatto lungo costa! Tuttavia, è importante ricordare che il dio del vento è capriccioso e può talvolta soffiare in direzioni opposte. Ciò è dovuto principalmente al fatto che questo arcipelago è separato da isole e canali, quindi attenzione a non rimanere intrappolati. Anche se i venti estivi sono deboli all'inizio dell'estate e più forti a luglio, possono soffiare continuamente per alcuni giorni e raggiungere forza 6 o 7, a volte 8. Si consiglia quindi di tenere d'occhio le vostre imbarcazioni per proteggerle da forti mareggiate.

Un po' più a sud, nel Mar Egeo, il Golfo di Saronico è la zona di navigazione più conosciuta della Grecia, in quanto non è lontana da Atene. Il meltemi estivo soffia forte dal nord e rimane relativamente mutevole (forza da 4 a 6). Tuttavia, se il vento non è presente, ci sono buone probabilità che arrivi da sud e si rafforzi intorno a mezzogiorno (forza 2 a 4). In questa zona, il vento prevalente proviene da sud-est (forza da 3 a 5). In autunno e in primavera, il dio del vento soffia principalmente da sud, ma rimane relativamente calmo.


iles santorin, grèce


Se si desidera noleggiare una barca alle Cicladi, il meltemi estivo è orientato a nord-ovest e può soffiare a 35 o 40 nodi (tra 64 e 74 km/h). Pertanto, assicuratevi di stabilire una strategia di navigazione in anticipo ed evitare le seguenti aree: Tinos, Mykonos e la costa orientale di Amorgos. Come nelle Isole Sporadi, bisogna aspettarsi forti mareggiate, con una forza compresa tra 6 e 8. Tuttavia, le spiagge di sabbia nera di Santorini meritano una deviazione.

La zona di navigazione del Dodecaneso è interessata durante l'estate, che può soffiare senza intermittenza ed essere di forza 4 a 6 o anche 7. Attenzione alle raffiche costiere, che possono essere molto più forti che in mare aperto. In primavera e in autunno, i venti soffiano da sud-est e possono essere di forza 2 a 4 o più forti. In inverno, il dio del vento appare principalmente da sud-est, ma è possibile che appaia da nord o da sud. In questo arcipelago situato vicino alla Turchia, prendetevi il tempo di visitare la città di Rodi e il suo sito archeologico, situata vicino al porto commerciale.


Noleggio barche : Qual è il tuo stile di barca?