isole della croazia

Le isole della Croazia dove trovare i migliori ancoraggi


Navigando in alta stagione in destinazioni popolari, spesso il rischio è quello di ritrovarsi in baie dove si concentrano molte imbarcazioni. Lontano dalle rotte più battute si trovano baie riparate dai venti che anche in estate offrono ancoraggi selvaggi dove godersi la natura allo stato puro. Abbiamo selezionato per voi i migliori ancoraggi nelle isole della Croazia, perfetti per chi decide di fare una crociera in Dalmazia, che sia in barca a vela, barca a motore o decidendo di noleggiare un catamarano in Croazia

Skarda, isola di Skarda

Situata nella parte occidentale dell'arcipelago delle isole Liburniche meridionali, l’isola di Skarda è disabitata e totalmente coperta dalla fitta vegetazione mediterranea. Noleggiando una barca in Croazia, una volta attraversato il braccio di mare del Passaggio di Premuda, si arriva all’isola di Skarda. La presenza di alcune case, ora disabitate, testimoniano una vita dura per le famiglie che abitavano sull’isola a inizi ‘900, con magri pascoli e poche possibilità di coltivare.

CONSIGLI UTILI:

  • per far rifornimento di provviste o per provare le specialità locali in un ristorante, bisogna raggiungere la vicina isola di Premuda
  • tra le isole della Croazia, l’isola di Skarda è perfetta sia per una sosta breve per rinfrescarsi nelle acque cristalline dell’Adriatico sia per una sosta più prolungata
  • stupenda la baia omonima con boe galleggianti
  • sull’isola vi sono solo tre approdi, uno dei quali è Lovisce, il miglior ridosso dell’isola, dove possono stare due o tre barche al massimo. 

isole della croazia

Baia di Telascica, isola di Dugi Otok

Quando noleggiate una barca a vela in Croazia e navigate nella Dalmazia centrale, tra le isole della Croazia è impossibile non fare tappa all’isola di Dugi Otok e ormeggiare nella baia di Telascica, un fiordo profondo cinque metri che si trova nella parte meridionale dell’isola e che è anche una delle insenature più protette del Mar Adriatico. L’isola è poco abitata e quindi anche in estate rimane un’oasi di pace.

CONSIGLI UTILI:

  • in estate l’ingresso si paga ai gommoni della riserva per poi gettare l’ancora in fondo al fiordo in dieci metri d’acqua
  • da visitare il Parco Nazionale delle Kornati, con le sue 89 isole, le Isole Incoronate, che si trova vicino alla parte sudorientale di Dugi Otok
  • il Parco Naturale Telascica si trova lungo la costa ovest dell’isola dove le scogliere sono alte e formate da rocce calcaree
  • la parte sudorientale dell’isola è caratterizzata da spiagge sabbiose, tra cui anche la spiaggia di Sakaraun che è una delle più fotografate

isole della croazia telascica

Baia di Lavsa, isola di Kornati

Navigando in Dalmazia, quando si parla delle isole della Croazia, una tappa nelle Isole Incoronate, che sono classificate Patrimonio Mondiale dall'UNESCO, è fondamentale. Navigando lungo al costa sud-occidentale di Kornati, l’isola principale che dà nome all’intero arcipelago, si trova la baia di Lavsa. Caratterizzata da una natura selvaggia e incontaminata, questo luogo è perfetto per chi è alla ricerca della pace interiore ed è inoltre ben riparata dai venti. Occorre ricordare che i fondali sono profondi al massimo 2-3 metri.

CONSIGLI UTILI:

  • nel parco delle Isole Kornati, una volta pagata la tassa d’accesso, è possibile effettuare immersioni e nuotare, ma è proibito campeggiare
  • sulla vicina isola di Vela Panitula si trova un market di articoli nautici, mentre nelle acque del parco si incontrano vari “boat-market” presso i quali si può fare scorta di alimenti
  • a prima vista le isole Kornati appaiono deserte, come altre isole della Croazia, invece si possono osservare varie specie vegetali e animali che però non devono essere disturbate

isole della croazia

Baia di Vinogradisce, isola di Sveti Klement

Noleggiando una barca a Spalato, l’isola di Sveti Klement si trova a poche miglia nautiche. Qui si trova la baia di Vinogradisce, ben riparata dai venti provenienti da est e da nord-est. Sveti Klement è la maggiore delle isole Pakleni Otoci, dette anche Isole Infernali. Queste isole non hanno però nulla di infernale, il nome ricorda solo per assonanza la parola “inferno” in croato. Si tratta invece di un gruppo di verdi atolli rivolti da nord-ovest verso il borgo di Hvar sull’isola omonima.

CONSIGLI UTILI:

  • a circa due miglia da Sveti Klement si trova il centro di Hvar, dove ci sono negozi e market dove rifornirsi
  • le isole infernali sono il paradiso dei diportisti e grazie alla loro conformazione sono ricche di insenature nascoste, come quella di Palmizana e Vinogradisce.
Bisogno di un consiglio?
Valentine, l’esperta della vostra crociera
Bisogno di un consiglio?


Noleggio barche : Qual è il tuo stile di barca?