Volete navigare, ma non volete correre rischi: scegliete una barca FiloSafe con rimborso del 100%.

Noleggio
Barche
Poltu Quatu

Filovent trova per voi una barca straordinaria

Bisogno di un consiglio?

Faiza, l’esperta della vostra crociera

Voglio ricevere e-mail da Filovent e creare il mio account cliente
Poltu Quatu : Qual è il tuo stile di barca?

Poltu Quatu - I nostri consigli per la tua crociera



   Da Flavia CAMMARATA 

Da Flavia Cammarata Pignato, responsabile del marketing per il mercato italiano in Filovent. "Da sempre appassionata di barche a vela, ho già avuto esperienza nel settore nautico, presso un'impresa dedicata alla compravendita di barche online. Ora parte del team di Filovent sono felice di condividere con voi tutti i segreti del mare."

 

11 Maggio 2021

 

 

Noleggiare una barca a Poltu Quatu, nello specifico a Marina dell’Orso, è particolarmente consigliato per chi vuole partire alla scoperta della parte nord orientale della Sardegna.“Poltu Quatu è una parola gallurese che in italiano significa Porto Nascosto. Questo perchè, prima di raggiungerlo via terra, è letteralmente nascosto dalla fitta vegetazione che ricopre la litoranea. Poi, improvvisamente, ti si apre davanti il panorama mozzafiato del porto”, racconta Milena Mulazzi di Sardinia-Week.

 

Poltu Quatu
Vista del "porto nascosto" di Poltu Quatu

 

Questa base di partenza è molto apprezzata dai turisti poiché, oltre alla sua bellezza, è accessibile da ogni angolo del Mediterraneo e si tratta di un fiordo naturale, particolarmente riparato dai venti e dalle correnti marine.

 

Poltu Quatu, nel cuore della Costa Smeralda

 

Poltu Quatu è una frazione del Comune di Arzachena e si trova sulla costa Nord orientale della Sardegna, nel cuore della Costa Smeralda. Qui le rocce granitiche, con le sue casette arroccate, abbracciano il mare di un turchese brillante. Le coordinate nautiche di Marina dell’Orso sono: LAT 41° 08′ 30” N, LONG 09° 29′ 42” E.

 

Come raggiungere Poltu Quatu?

 

Se volete noleggiare una barca a Poltu Quatu, raggiungere la base marina è semplicissimo e ci sono varie opzioni. Olbia, con il suo porto e aeroporto, dista circa 25 km, ciò vuol dire che ci vogliono circa 40 minuti di viaggio in macchina, percorrendo la SS125 in direzione nord e proseguendo sulla SP59bis. Un’altra possibilità è prendere il bus della compagnia locale ARST, mentre la tariffa per il taxi varia dai 100 ai 120 euro.

 

Scopri i servizi di Marina dell’Orso di Poltu Quatu

 

Marina dell’Orso dispone di molti servizi tra cui l’assistenza all’ormeggio in banchina attiva 24 ore su 24. Per usufruirne occorre contattare la Direzione Marina in ascolto sul Canale VHF 9. La Marina è dotata di 305 posti barca dagli 8 ai 35 metri. Milena Mulazzi di Sardinia Week consiglia: “è possibile lasciare i bagagli di fronte alla banchina, allontanarsi per visitare il borgo e usufruire dei servizi del vicino hotel, aperto anche agli esterni. Inoltre, i parcheggi sono gratuiti, un grande vantaggio per tutti quelli che arrivano in macchina prima di imbarcarsi”.

 

Cosa fare a Poltu Quatu?

 

Quest’estate noleggia una barca in Sardegna e visita Poltu Quatu! Si tratta di un delizioso borgo che offre davvero molte strutture ricettive, negozi, ristoranti e scuole di immersione. Ma il borgo è soprattutto conosciuto per il divertimento e la vita mondana. Nel tempo è diventato luogo di approdo prediletto per il jet set. “Ultimamente” spiega Milena Mulazzi di Sardinia Week “sono in molti da porto Cervo che si stanno spostando a Poltu Quatu”. E per i più instancabili, che non vogliono rinunciare allo sport neanche in vacanza, c’è anche una palestra e due campi da paddle. Non dimentichiamo che a soli 15 minuti di macchina si trova Porto Cervo con i suoi famosi locali.

 

Porto Cervo
Un bellissimo scorcio di Porto Cervo

 

Affittare una barca a Poltu Quatu: quando partire?

 

“I mesi ideali per visitare la zona sono giugno, luglio e settembre” spiega Simone Morelli di NSS Charter “questo perché si tratta dei mesi più caldi, ma allo stesso tempo ventilati e con meno turisti”. Giugno è un momento ottimo per noleggiare una barca a Poltu Quatu perchè costa di meno, senza contare poi che le ore di luce in questo mese sono le più lunghe. “Sconsigliato è invece imbarcarsi in agosto se si vogliono evitare code per entrare in rada” conferma Milena Mulazzi di Sardinia-Week. Questo mese è particolarmente critico poiché la richiesta di barche è molto elevata e si rischia di non poter scegliere la barca più adatta alle nostre esigenze.

 

Temperature e condizioni di navigazione a nord est della Sardegna

 

La temperatura può raggiungere i 20/30° in estate (tra giugno e settembre) e le piogge sono poco frequenti. Se vuoi noleggiare una barca a vela da Poltu Quatu, tieni conto che questa area della Sardegna è molto ventosa e a predominare sono i venti provenienti da Ovest e che raggiungono spesso anche oltre forza 4. Occorre prestare molta attenzione allo Stretto di Bonifacio, a causa dell’effetto Venturi, dove i venti sono particolarmente forti.

 

Noleggia una barca con noi e visita i dintorni!

 

“Il vantaggio di navigare in questa zona è quello di poter passare da un paradiso all’altro senza dover navigare per ore. In due settimane di navigazione è possibile visitare la zona senza mai ritornare negli stessi luoghi e quindi variare di molto il proprio itinerario.", afferma . Le insenature da visitare sono davvero tantissime!
Noleggiare una barca a Poltu Quatu è semplicissimo e da qui si possono raggiungere in poco tempo tutte le spiagge della costa smeralda, ma anche a Nord l’Arcipelago della Maddalena ed il Sud della Corsica. Se poi avete voglia di luoghi meno frequentati questa base di partenza è strategica anche per raggiungere le meno affollate isole di Tavolara, Molara, Molarotto e Capo Coda Cavallo.

 

Costa Smeralda

 

All’interno dell’insenatura del Marina dell’Orso non sono presenti spiagge, ma a pochissimi chilometri sulla costa, ce ne sono di sublimi e c’è davvero l’imbarazzo della scelta! In generale la Costa Smeralda è ottima, oltre che per la vita mondana, anche per chi vuole noleggiare un catamarano in Sardegna ed è alla ricerca di una vacanza all’insegna del relax, passare la giornata in rada, prendere il sole o bagnarsi.
É d’obbligo una tappa a Porto Cervo, borgo che si affaccia sul mare e famoso per essere il paradiso dei vip da molti anni. Imperdibile è l’esclusiva Cala di Volpe, frequentatissima da jet set internazionale perché al riparo da occhi indiscreti e resa celebre per uno degli episodi più amati di James Bond. All’interno della baia vi sono 4 bellissime spiagge esclusive e protette dalla vegetazione della macchia mediterranea: Liscia Ruja (anche detta Long Beach per via della sua estensione), Petra Bianca, Petra Niedda e Cala di Volpe che dà il nome all'omonima area.

La piccola e sabbiosa Spiaggia di Pitrizza ci regala un incantevole paesaggio con vista sull’Isola dei Cappuccini, facente parte dell’Arcipelago della Maddalena. Nonostante sia esclusiva e selvaggia è dotata di tutti i servizi ed è adatta anche a famiglie con bambini. Degna di nota è Cala Capriccioli che si compone di due piccole spiagge ben riparate dai venti e quindi ottime per sostare.

Infine, ci sono le spiagge più vicine a Porto Cervo, ad un quarto d’ora di macchina (6 chilometri da Poltu Quatu: le famose Grande Pevero e Piccolo Pevero. Questa parte di costa è caratterizzata da un fondale è basso, sabbioso con qualche scoglio.

 

Arcipelago della Maddalena

 

Situato nell’area delle Bocche di Bonifacio, dunaue tra la Sardegna e la Corsica, a sole 5 miglia di distanza dalla base marina di Poltu Quatu, c’è l’Arcipelago della Maddalena. “Con soli 30 minuti di navigazione da Marina dell’Orso si arriva già all’Isola di Caprera” racconta Milena Mulazzi di Sardinia-Week. “Un grande vantaggio di questo meraviglioso complesso di isole è che qui si può scegliere qualunque tipo di rada a seconda delle proprie esigenze perché, essendo composto da 60 isole ed isolotti, è una zona molto riparata e non si è mai esposti”. Protetto dal parco nazionale dal 1994, le varie baie di cui si costituisce creano una miriade di approdi da cui è possibile ammirare le bellezze della costa che incorniciano il blu turchese del mare.
E allora che aspettate a noleggiare una barca a Poltu Quatu per raggiungere questo meraviglioso arcipelago? Degne di nota sono le Isole di Budelli, Caprera, Razzoli, Santa Maria, Santo Stefano, Spargi e La Maddalena.

Caprera, isola che ha conosciuto il passaggio di Giuseppe Garibaldi, è interamente protetta dal parco nazionale. Da visitare, tra le varie insenature, sono Cala Coticcio, la Tahiti sarda, parte nord orientale dell’isola, ma anche Cala dei Due Mari, la Spiaggia del Relitto e Cala Garibaldi, sulla costa nord occidentale. Per chi è amante del trekking tra le rocce immerse nella macchia mediterranea Milena Mulazzi di Sardinia Week consiglia di “lasciare la barca in rada per andare a visitare le antiche fortificazioni militari sull’isola di Caprera”.

 

Cala Coticcio a Caprera
Le acque cristalline di Cala Coticcio a Caprera

 

Abbiamo intervistato anche Roberta Ricci di Yachting in Sardinia la quale spiega che: “vicino a Spargi c’è l’Isola di Budelli con la sua famosa e inaccessibile Spiaggia Rosa. È chiamata così perché i piccoli frammenti di corallo, granito, conchiglie e gusci di molluschi di colore rosa. Per salvaguardare l’ecosistema, ma anche per evitare saccheggi, su questa spiaggia non è possibile sbarcare, bagnarsi o ancorare.

 

Corsica

 

Dall’Arcipelago della Maddalena si puo proseguire verso nord alla volta dell’Isola di Lavezzi, in Corsica attraversando le Bocche di Bonifacio a circa 9 miglia di distanza. Su quest’isola è vivamente consigliato visitare la suggestiva Cala Lazzarina, praticare snorkeling, ma anche scoprire la terraferma con un’escursione alla roccia dell’elefante o ammirare la laguna di acqua di mare.
A sole 3 miglia di distanza e a Sud Est della Corsica, c’è l’Isola di Piana dove imperdibile è la Spiaggia di Piantarella. Simone Morelli di NSS Charter consiglia poi di “dirigersi verso il Marina di Bonifacio, distante circa 5 miglia. Consigliamo di recarsi nel primo pomeriggio in modo da trovare ormeggio per la notte, ma anche per godere della vista di Bonifacio al tramonto”.

 

Isole di Tavolara e Molara

 

Infine, a sud di Poltu Quatu e passando attraversando il Golfo di Olbia, c’è l’Isola di Tavolara. Nella Baia di Spalmatore i fondali sono perfetti per l’ancoraggio. Mentre vi tuffate dalla barca per un bagno rigenerante, la vista spettacolare é assicurata. A causa della zona militare non è possibile navigare ed ancorare invece nell’area a Nord-Est dell’isola. Poco più a sud ci sono invece le due aree marine protette della Molara e del Molarotto. Secondo Roberta Ricci di Yachting in Sardinia “ in questa zona una tappa speciale meritano, le Piscine di Molara”. Si tratta di vere e proprie piscine naturali che il WWF stesso ha considerato uno dei piu' bei fondali del mondo.

 

Consulenti specializzati che vi consigliano con serietà, reattività e trasparenza

Marina
Ismael
François
Faiza
Diego
Jean-Matthieu

Recensioni dei clienti dopo aver prenotato una barca

Parlano di noi...