Volete navigare, ma non volete correre rischi: scegliete una barca FiloSafe con rimborso del 100%.

Noleggio Barche Marsala

Filovent trova per voi una barca straordinaria

Bisogno di un consiglio?

Carlotta, l’esperta della vostra crociera

Voglio ricevere e-mail da Filovent e creare il mio account cliente
Marsala : Qual è il tuo stile di barca?

Marsala - I nostri consigli per la tua crociera



   Di Ilaria RODINI

Responsabile della redazione del magazine Filovent. "Mi piace viaggiare e in particolare scoprire luoghi vicini al mare. Mi sono unita a Filovent per condividere questa passione scrivendo contenuti utili."

 

Il 29 luglio 2022

 

Tempo di lettura : 10 minutes

 

In breve

 

Perché Marsala ? Punto perfetto per esplorare le isole Egadi, cittadina molto carina e famosa per il vino liquoroso Marsala DOC.

I posti imperdibili : Cala Azzurra, Bue Marino, Cala Bianca, Cala Rossa

Le attivitá : Snorkeling a Cala Rossa o Cala Minnola, Trekking a sulle isole di Marettimo e Levanzo e tour dell’isola di Favignana in scooter.

 

 

carte des zones de navigation de la sicile
Cartina delle zone di navigazione della Sicilia (cliccabile)

 

Sommario

 

  1. Le informazioni pratiche per il noleggio di barche dal porto di Marsala
  2. Cosa fare a Marsala ?
  3. Dove navigare partendo da Marsala ?
  4. I migliori ormeggi della zona
  5. Quali attività fare durante le vostre vacanze ?
  6. Quale itinerario seguire per la vostra navigazione ?
  7. Quali sono le condizioni metereologiche ?

 

 

 

 

“Nessuno di noi aveva mai fatto le Egadi e non pensavamo che ci sarebbero piaciute così tanto. Le abbiamo apprezzate soprattutto per la pulizia e la bellezza del parco naturale” mi racconta Andrea, partito da Marsala con Filovent a inizio giugno 2022.

“Ero giá stato due volte nella zona della Egadi, ma dopo un po’ di anni mi mancava e quindi abbiamo deciso di tornarci” mi dice Alessandro, partito da Marsala con Filovent a fine giugno 2022.

Noleggiare una barca da Marsala, oltre a permettervi di ammirare la bellezza della cittá e provare i magnifici piatti tipici della cucina siciliana vi permetterá di esplorare l’arcipelago delle Egadi, con dei bellissimi paesaggi naturali, visto che tutto l’arcipelago costituisce una riserva naturale, inoltre se volete spingervi piú lontano, potrete arrivare a vedere San Vito Lo Capo e il bellissimo parco naturale dello Zingaro, entrambi nella zona di Trapani.

 

Andrea e un membro dell'equipaggio al porto
Andrea e un membro dell'equipaggio al porto (Foto di Andrea, cliente Filovent)

 

1. Le informazioni pratiche per il noleggio di barche dal porto di Marsala

 

Quali tipi di barche sono disponibili per il noleggio ?

 

Alla base di Marsala avete a disposizione una quarantina di barche per il noleggio dal nostro sito, la maggior parte delle quali sono monoscafi (58%) o catamarani (36%).

“Non é un'area che si può visitare se si è in troppi perché alcuni posti per ormeggiare sono molto piccoli” mi dice Alessandro. Vi consigliamo infatti di prendere un monoscafo per visitare la zona, visto che é piú facile da manovrare, soprattutto se scegliete di navigare in alta stagione. Ma se non volete rinunciare alla comoditá anche noleggiare un catamarano in Sicilia da Marsala é un buon modo per visitare l'area.

Potete inoltre scegliere, di noleggiare una barca con uno skipper professionale o senza, in base alle vostre esigenze. Entrambe le opzioni hanno dei punti di forza e dei punti di debolezza che potete vedere riassunti nella tabella seguente.

 

Con skipper Senza skipper
  • Lo skipper conosce la zona e vi mostrerá i posti piú belli.
  • Perfetto se volete passare delle vacanze in tutto relax !
  • Lo skipper deve avere a disposizione vitto e alloggio sull'imbarcazione.
  • Non é necessaria alcuna patente nautica.
  • Vi piace navigare, conoscete la zona o volete scoprirla per conto vostro !
  • Briefing con il responsabile della base prima della partenza.
  • Controllo del Curriculum nautico
  • Patente nautica obbligatoria*.

 

* In Italia la patente nautica é obbligatoria quando si conducono barche superiori a 10 metri di lunghezza e per condurre una qualsiasi imbarcazione oltre le sei miglia dalla costa.

 

Le tariffe medie in base alla stagione e alla taglia della barca

 

Nella tabella di seguito potete vedere i prezzi medi per il noleggio di una barca al porto di Marsala per una settimana in base alla stagione e al tipo di barca scelto. I prezzi che vedete sono indicativi e possono variare anche in base all’anzianitá della barca, al modello, alla disponibilitá e ad altri fattori.

 

Tipo di barca Alta Stagione
Luglio e Agosto
Media Stagione
Maggio, Giugno e Settembre
Bassa Stagione
Aprile e Ottobre
Monoscafo (2 cabine) 2 200 € 1 700 € 1 500 €
Monoscafo (3 cabine) 2 500 € 2 100 € 1 900 €
Monoscafo (4 cabine) 4 000 € 3 500 € 2 500 €
Catamarano (tra 35 e 40 piedi) 7 000 € 5 000 € 3 500 €
Catamarano (tra 40 e 45 piedi) 8 000 € 6 000 € 4 000 €
Catamarano (tra 45 e 50 piedi) 11 000 € 7 000 € 6 000 €

 

Il porto di Marsala

 

La cittá e il porto di Marsala sono stati sin dall’inizio un punto di interesse commerciale per la sua posizione strategica sul mar Mediterraneo.

Oggi il porto dispone di un imboccatura di 200 metri di larghezza ed è suddiviso nel molo di levante e nel porticciolo turistico che ha posto per 150 barche e una profondità massima di 4 metri.

Il porto dispone di officine per la riparazione delle navi e la possibilitá di fare rifornimento idrico e di carburante in due punti diversi.

Marsala é raggiungibile in diversi modi:

 

  • se arrivate all'aeroporto di Trapani potete arrivare in 25 minuti di taxi per un costo di 60 € circa oppure prendendo un autobus;

 

  • se arrivate all'aeroporto di Palermo invece prendendo un taxi ci impiegherete circa un’ora e il costo sale a 150 € oppure anche in questo caso sono disponibili servizi di autobus;

 

  • in alternativa è possibile prendere un traghetto per Palermo da molte altre città italiane e una volta lì un taxi o un autobus.

 

vista suñ porto di Marsala

Vista dall'alto sul porto e la cittadina di Marsala (foto di Andrea, cliente Filovent)

 

I nostri principali partner sul posto

 

I nostri principali e piú apprezzati partner :

 

  • Sea-Folk Travel : una piccola compagnia italiana che dispone di navi in alcuni porti della Sicilia. Circa 100 dei nostri clienti finora hanno navigato con loro e Sea-Folk ha ricevuto un voto medio di 16.06/20 per la soddisfazione dei clienti per i servizi da loro offerti.

 

  • Kiriacoulis : una compagnia di charter greca che peró è presente in svariate basi nel mediterraneo, tra cui quella di Marsala. Gia piú di 1700 dei nostri clienti si sono affidati a loro per le loro vacanze e hanno dato in media un voto di 15,25/20 per i loro servizi in Italia. inoltre é l’unica compagnia che offre la possibilità di non noleggiare la barca solamente da sabato a sabato nel periodo di bassa stagione.

 

  • New Trinacria Sailing : un’azienda italiana nata circa 15 anni fa che dispone di navi in Sicilia e Sardegna. I nostri clienti partiti con loro da Marsala hanno dato un voto di 14,9/20 ai loro servizi.

 

  • Sailing Sicily : una compagnia italiana che ha imbarcazioni in sette diverse basi situate in Sardegna, Sicilia, Toscana e nella Costiera Amalfitana. I nostri clienti hanno dato loro un voto di 15,69/20.

 

2. Cosa fare a Marsala ?

 

Marsala è una cittá con una storia antica che risale al IV secolo a.C. e che é passata sotto diversi domini come quello romano poi arabo e spagnolo ma oggi é molto conosciuta perché é la cittá in cui avvenne lo sbarco di Garibaldi con i mille l’11 maggio 1860 e per il famoso vino.

Se vi fermate una notte a Marsala prima di prendere il largo o al vostro ritorno vi consiglio vivamente di visitare la cittá. Partendo dal centro potrete vedere porta Garibaldi, attraverso la quale passarono proprio i mille una volta sbarcati e che, insieme a Porta Nuova, costituiscono le uniche due porte rimanenti dell’anticá cittá.

Potete poi camminare lungo via XI Maggio, vedere Piazza della Repubblica sulla quale si affacciano la chiesa Madre a San Tommaso di Canterbury con una maestosa facciata barocca e il palazzo Comunale.

Inoltre potete passare per l’Antico Mercato, dove la mattina è possibile comprare pesce mentre la sera diventa il luogo ideale per fermarsi a bere e mangiare qualcosa visto che aprono molti locali. Spostandosi invece verso il lungomare potete arrivare fino al parco e museo archeologico di Lilibeo, nel sito archeologico sono presenti i resti dell’antica cittá chiamata appunto Lilibeo che significa “la cittá che guarda la Libia”, questo perché, al momento della fondazione, veniva chiamata Libia tutta la costa settentrionale dell’Africa. Il museo invece vi piacerá se volete scoprire di piú della storia di Lilibeo e se volete vedere il relitto di una nave punica. Il biglietto per accedere al complesso costa 4 € ed è visitabile tutti i giorni tranne il lunedì.

 

chiesa madre di Marsala
Chiesa Madre di Marsala dedicata a san Tommaso di Canterbury (foto di Adobe Stock)

 

Ma Marsala è indicata anche per visite meno culturali, infatti se siete interessati a provare l’intenso e liquoroso sapore del vino locale Marsala DOC potete farlo in diverse cantine, alcune delle quali, come Florio e Pellegrino sono raggiungibili anche a piedi.

Inoltre, è molto interessante anche andare a visitare la zona dove delle saline, le piú famose sono quelle presenti nella Riserva naturale orientata Isole dello Stagnone di Marsala ma richiedono piú tempo per essere raggiunte. Più vicine sono invece le Saline Genna, vi regaleranno la vista su un panorama davvero mozzafiato soprattutto se ci andate al tramonto. I colori del sole che scompare si riflettono sulle saline e terra, cielo e mare sembrano quasi confondersi.

Per finire, se volete comprare da mangiare o bere prima di imbarcarvi e salpare dal porto di Marsala, troverete diversi supermercati e enoteche come l’enoteca 12Mq.

 

Saline di Marsala
Tramonto alle saline di Marsala (foto di Adobe Stock)

 

3. Dove navigare partendo da Marsala ?

 

Marsala si trova nella punta est della Sicilia, viene anche chiamata cittá dei due mari perché é bagnata nella parte nord dal mar Tirreno e nella parte piú a sud dal mar di Sicilia. Si trova proprio di fronte all’isola di Favignana e quindi é un posto perfetto per noleggiare una barca e partire alla scoperta delle isole Egadi. Inoltre non é nemmeno troppo distante dalla zona di Trapani, si puó quindi raggiungere San Vito Lo Capo e il parco naturale dello Zingaro.

 

Isole Egadi

 

Sono un arcipelago piuttosto piccolo di isole, di cui le principali sono: Favignana, Marettimo e Levanzo. Ne fanno anche parte i quattro isolotti che formano l’isola dello Stangone e altre isole minori come l’isola di Maraone e Formica.

Queste isole formano anche un’area marina protetta, quindi l’ingresso e la navigazione nell’arcipelago hanno un costo di 70 € la settimana per le imbarcazioni fino a 50 piedi. Questo parco nasce per la volontá di preservare la flora e la fauna locale, infatti qui si trova il piú grande prato del mediterraneo di Posidonia Oceanica, un’alga che ha dato a questo posto il nome di “polmone del Mediterraneo”. Sono presenti anche specie protette di tartarughe marine come la Caretta Caretta e altri cetacei e uccelli.

Essendo un’area protetta però non é possibile ormeggiare liberamente in tutte le zone, ad esempio in alcune aree, come la costa ovest dell’isola di marettimo non è accessibile mentre in altre è possibile navigare e ormeggiare solo oltre i 500 metri dalla costa. Potete consultare il sito dell’area marina protetta isole egadi per avere informazioni piú precise.

 

I bellissimi paesaggi delle isole Egadi (video di YouTube)

 

Favignana é l’isola piú grande e piú vicina a Marsala, ha una forma particolare che ricorda una farfalla con le ali spiegate divise dal colle Santa Caterina, un rilievo che racciunge i 300 mt di altitudine. L’isola vi piacerá sicuramente per la ricchezza di calette sia di sabbia fine come quella di Cala Azzurra, Lido Burrone e Cala Rossa oppure con piú ciottoli come quelle localizzate nell’area dei Faraglioni e Punta Lunga. Inoltre sono presenti anche alcune grotte raggiungibili in barca come la Grotta dei sospiri e molte altre dalle quali é possibile tuffarsi nel mare limpido.

 

Favignana
Tonnara di Favignana (foto di Adobe Stock)

 

Levanzo é conosciuta per essere stata il luogo dove si è svolta una battaglia tra Romani e Cartaginesi durante la prima guerra punica, per questo infatti se vi immergete nelle acque vicine a Capo Grosso potrebbe capitarvi, di imbattervi in qualche resto. Inoltre un’altra caratteristica dell’isola è la grotta Genovese, scoperta da una turista fiorentina, nella quale si sono conservati affreschi antichissimi risalenti al Paleolitico superiore. Qui, come a Marettimo, non è possibile circolare in auto quindi potrete esplorare l’isola senza troppi turisti.

 

Levanzo
Vista sul piccolo porto e sul paese di Levanzo (foto di Adobe Stock)

 

Marettimo é la piú distante dalla Sicilia e la piú rocciosa delle Egadi, il che la rende anche la piú selvaggia e incontaminata dell’arcipelago. Il nome deriva probabilmente dalla forte presenza di piante di timo selvatico in tutta l’isola. É perfetta se volete vedere bellissimi paesaggi naturali e rilassarvi in calette tranquille e poco frequentate, infatti sull’isola non ci sono né macchine né macchine, né hotel o alcun tipo di animazione turistica ma é possibile accedere alle varie spiagge, oltre che via mare, seguendo i sentieri, alcuni dei quali piuttosto ripidi e non consigliati a escursionisti alle prime armi.

 

Marettimo
Vista su Punta Troia sull'isola di Marettimo (foto di Adobe Stock)

 

Le isole dello Stagnone formano una riserva naturale che si estende per 2000 ettari, le saline presenti sull’isola Grande, sono ancora in funzione e condotte con metodi tradizionali. Esse contribuiscono a creare paesaggi bellissimi e molto suggestivi.

 

saline isole dello Stangone
Tramonto sulle saline delle isole dello Stangone (foto di Adobe Stock)

 

Zona di Trapani

 

Se al posto di dirigerci verso le isole Egadi preferite esplorare la costa siciliana allora, noleggiando una barca da Marsala potete risalire la costa e fermarvi a San Vito Lo Capo e nella riserva dello Zingaro.

San Vito Lo Capo é una localitá balneare che si trova all’estremitá a ovest del golfo di Castellammare. Se volete visitare la cittadina vi consiglio di vedere il Santuario, che fu costruito attorno alla chiesa di San Vito per proteggere i fedeli cristiani dalle incursioni dei pirati. Potrete anche passeggiare per via Venezia, vedere la cappella di Santa Crescenzia e il faro ottocentesco. Anche la spiaggia di San Vito é molto suggestiva perché si trova ai piedi del Monte Monaco e quella di Santa Margherita.

Il parco naturale dello Zingaro è un'area protetta nella quale potete trovare svariate sentieri per esplorare la sua flora e fauna e alcune splendide calette, come ad esempio Cala Tonnarella dell’Uzzo, Cala dell’Uzzo, Cala Marinella, Cala Berretta, Cala della Disa, Cala del Varo et Cala Capreria.

 

Cala Marinella, Parco Naturale dello Zingaro
Vista su Cala Marinella nel parco naturale dello Zingaro (foto di Adobe Stock)

 

4. I migliori ormeggi della zona

 

Preveto (Favignana)

 

Questa stupenda cala si trova sulla costa ovest di Favignana, la spiaggia di sassi è bagnata da un mare limpido dai colori turchese e blu invece l’isola che le si trova di fronte é chiamata dei gabbiani ed è raggiungibile anche a nuoto. Rimane ben protetta per il vento da nord, il fondale è sabbioso e a tratti ci sono delle alghe ma pagando è possibile ormeggiare nel campo boe.

Preveto (Favignana)
Vista da una barca a vela su cala Preveto (photo di Navily)

 

Cala Azzurra (Favignana)

 

Cala Azzurra é una delle spiagge più conosciute dell’isola, soprattutto per la sua spiaggia di sabbia bianca e l’acqua cristallina. Anche quest’ultima siccome si trova nella parte sud dell’isola rimane ben protetta dai venti da nord ed è possibile ormeggiare a delle boe.

 

Cala Rossa (Favignana)

 

Questa stupenda spiaggia si trova invece nella parte nord dell’isola ed è sicuramente la piú famosa e non a caso, visto che è stata anche definita la spiaggia piú bella d’Italia (da Skyscanner). Qui le scogliere calcaree si affacciano su un mare azzurro cristallino, davvero bellissimo ed è presente anche una piccola spiaggia tra le insenature degli scogli.

Si dice che il nome provenga dal fatto che durante la “Battaglia delle Egadi” avvenuta nel 241 a.C. fu versato talmente tanto sangue dei Cartaginesi da parte dei Romani che l’acqua del mare si tinse di rosso fino ad arrivare alla costa di questa cala. Inoltre è anche un’ottima zona per fare snorkeling.

 

cala Rossa (Favignana)
La stupenda spiaggia di cala Rossa (foto di Adobe Stock)

 

Bue Marino (Favignana)

 

Anche questo ormeggio é molto suggestivo, infatti è caratterizzato da delle formazioni rocciose in tufo dalla forma squadrata che creano delle piccole grotte. Il mare anche qui é di un bel colore turchese, bisogna però stare molto attenti nel caso in cui si decida di immergersi e fare il bagno perché le correnti qui sono piuttosto forti. L’ormeggio rimane protetto da ovest e il fondale é sabbioso.

 

Bue Marino (Favignana)
Cala Bue Marino sull'isola di Favignana (Foto di Adobe Stock)

 

Praia Nacchi (Marettimo)

 

Praia Nacchi si trova nel lato orientale dell'isola di Marettimo ed é quindi nella zona C dell’area protetta. La spiaggia è di sassi con tratti sabbiosi, davvero molto suggestiva e isolata. È perfetta se volete passare del tempo da soli e tranquilli.

 

Porto di Levanzo (Levanzo)

 

L’isola di Levanzo come Marettimo rimane meno frequentata dal turismo ed é molto famosa per la grotta del Genovese, con i graffiti preistorici.

 

 

Levanzo
Vista sul porto di Levanzo (foto di Adobe Stock)

 

San Vito Lo Capo

 

Una spiaggia molto frequentata, che si trova nella zona nord di Trapani che presenta un mare e un paesaggio stupendi. Inoltre anche il paese é facilmente raggiungibile e merita una visita ,se vi fermate. L’ormeggio rimane ben protetto dai venti da ovest e il fondale è sabbioso.

 

San Vito Lo Capo
Spiaggia di San Vito Lo Capo (foto di Adobe Stock)

 

5. Quali attività fare durante le vostre vacanze ?

 

Snorkeling e immersioni

 

Essendo le Egadi un’area marina protetta, sono molto ricche di bellezze naturali e fauna marina e sono quindi un’area perfetta per fare snorkeling ed immersioni. Bisogna peró tenere presente che nella zona A è possibile fare immersioni solo guidate con i centri presenti sulle isole e nella zona B anche in solitaria ma solo se in possesso del permesso e del brevetto di secondo livello. Per i meno esperti quindi sarà possibile immergersi solo nella zona C.

Se vi trovate a Favignana vi consiglio di provare a fare snorkeling a Cala Rossa, il posto migliore per osservare i fondali scogliosi é Punta San Vituzzo che essendo piú rocciosa rispetto al resto della spiaggia ospita la maggior parte della vita marina.

Inoltre, sull’isola di Marettimo potrete osservare oltre alla flora e alla fauna anche veri e propri patrimoni archeologici, ad esempio vicino a Cala Minnola si possono trovare ad una profonditá di circa 25 metri svariate anfore vinarie risalenti al I secolo a.C. quando una nave per il trasporto di vino affondó proprio in questo punto.

 

Snorkeling Marettimo
Sub che osserva il relitto Krizia, vicino all'isola di Marettimo (foto di Adobe Stock)

 

Trekking

 

Anche le escursioni di trekking non mancano su quest’isola, in particolare vi consiglio di approfittarne per raggiungere la Grotta del Genovese, sull’isola di Levanzo ed visitare il suo interno per vedere i graffiti preistorici. Oppure sull'isola di marettimo è possibile arrivare sulla cima di monte Falcone, dal quale si gode di una splendida vista su entrambi i versanti dell’isola. Partendo da Scalo Vecchio passerete anche dalle case Romane, ovvero i resti di un antico presidio romano del I secolo a.C.

 

Trekking sull'isola di Levanzo
Trekking sull'isola di Levanzo (Foto di Adobe Stock)

 

Tour in bici di Favignana

 

Sull’isola di Favignana è possibile noleggiare sia scooter che biciclette, che sono il metodo piú semplice ed efficiente per girare l’isola e spostarsi da una spiaggia all’altra con i propri tempi e in tranquillitá.

 

Fare il tour in bici dell'isola di Favignana é uno dei migliri modi per esplorare diverse spiagge dell'isola ! (Video di YouTube)

 

Visita al centro delle Tartarughe

 

Sull’isola di Favignana, si trova un centro per le tartarughe marine, al momento è anche in rafforzamento per essere trasformato in un vero e proprio centro di recupero. Questo centro oltre ad occuparsi direttamente della cura delle tartarughe ha una zona dedicata alle visite guidate. Vi consiglio di passarci se vi interessa apprendere qualche nozione in più sulla biologia delle tartarughe marine.

 

Caretta caretta
Tartaruga Caretta Caretta che nuota in mare (foto di Adobe Stock)

 

6. Quale itinerario seguire per la vostra navigazione ?

 

Itinerario di una settimana nelle Egadi partendo da Marsala

 

Per definire questo itinerario mi sono ispirata a quello seguito da Andrea e il suo equipaggio, partiti noleggiando con noi un monoscafo Sun Odyssey 439 a inizio giugno 2022. L’itinerario si svolge nell’arcipelago delle Egadi, perfetto per essere visitato noleggiando una barca dal porto di Marsala.

Ho, inoltre, cercato di inserire gli ormeggi indicati in precedenza e includere diverse attività, senza avere troppo ore di navigazione al giorno in modo che l’itinerario possa essere apprezzato anche da persone meno esperte di navigazione.

 

Distanza totale percorsa : 65 miglia nautiche

  • Giorno 1 : Marsala → Bue Marino → Cala Rossa (11 miglia nautiche - 2 ore)
  • Giorno 2 : Cala Rossa → Isola Formica → Cala Minnola (9 miglia nautiche - 2 ore)
  • Giorno 3 : Cala Minnola → Cala Camarro → Porto Nuovo Marettimo (15 miglia nautiche - 3 ore)
  • Giorno 4 : Porto Nuovo Marettimo (giro dell’isola)
  • Giorno 5 : Porto Nuovo Marettimo → Porto di Favignana (15 miglia nautiche - 3 ore)
  • Giorno 6 : Porto di Favignana → Marsala (15 miglia nautiche - 3 ore)

 

 

  • Imperdibili : giro dell’isola di Marettimo, visita alla grotta del Genovese, snorkeling a Cala Minnola e Bue Marino
  • Ormeggi tranquilli : Cala Camarro, Cala Minnola, Porto Nuovo Marettimo
  • Porti festivi : Porto di Favignana
  • Durata media della navigazione al giorno : 2 o 3 ore
  • Venti dominanti : Scirocco da sud e Maestrale da Nord-ovest
  • Rifornimenti (cibo, acqua, elettricitá, carburante) : Porto Nuovo Marettimo, Porto di Favignana
  • Arrivo alla base : dall'aeroporto di Trapani con autobus o taxi (25 minuti circa), dall'aeroporto di Palermo in autobus o taxi (1 ora circa), traghetto fino a Palermo e autobus o taxi

 

 

Itinerario navigazione da Marsala
Cartina dell'itinerario di una settimana nelle Egadi partendo da Marsala (cliccabile)

 

 

GIORNO 1 : Tuffi a Bue Marino e snorkeling a Cala Rossa !

Marsala → Bue Marino → Cala Rossa (11 miglia nautiche - 2 ore)

Iniziamo il nostro viaggio dirigendoci verso quella che è una delle spiagge piú affascinanti dell’isola di Favignana: Bue Marino. Questa cala era usata come cava per l’estrazione della pietra e quindi sono ancora presenti resti di alcune costruzioni sulle quali oggi ci si può stendere a prendere il sole e molte caverne e grotte. Prima di proseguire facciamo un bagno nelle acque limpide, è anche possibile tuffarsi da diversi punti della scogliera, cosa che fanno in molti, ma fate attenzione alle correnti che in certe ore del giorno possono essere forti.

Dopo questa sosta riprendiamo la navigazione per Cala Rossa, bellissima spiaggia di Favignana. Vi consiglio di fermarvi qui solo se il vento viene da sud, perché da quella direzione è molto ben protetta ma rimane esposta al Maestrale. Qui, dopo aver ormeggiato ad una boa, facciamo un altro bagno e ci spostiamo verso l’estremitá orientale, ovvero Punta San Vituzzo dove sono presenti piú scogli per fare un po’ di snorkeling. Ci rifocilliamo mangiando un buonissimo e tipico pane Cunzatu da Robertino, che, proprio sopra la scogliera, ha un piccolo camoin e un tavolo su cui prepara le sue specialitá.

 

cala Rossa, Favignana
Giorno 1 : Vista aerea su cala Rossa, sull'isola di favignana (foto di Navily)

 

GIORNO 2 : Le anfore sommerse di Cala Minnola

Cala Rossa → Isola Formica → Cala Minnola (9 miglia nautiche - 2 ore)

Il secondo giorno facciamo prima di tutto rotta per l’isola formica, un minuscolo lembo di terra che ufficialmente conta un solo abitante, questo perché è un'isola privata e quindi visitabile solo con l’approvazione dei proprietari. Ci fermiamo solamente un po’ per osservare i resti dell’antica tonnara, una volta di proprietà della famiglia Florio, il faro e la piccola chiesetta.

Riprendiamo poi la navigazione per arrivare all’isola di Levanzo e ci fermiamo a Cala Minnola. Un posto molto interessante per fare immersioni, vista la presenza dei resti di anfore per il trasporto di vino di una nave affondata risalente al I secolo a.C., è possibile farlo prenotando nei vari centri presenti sulle isole come Atmosphereblu. Per la cena decidiamo di raggiungere a piedi il paese di Levanzo e mangiare al Risto Bar Arcobaleno, dove fanno degli ottimi piatti di pesce.

 

cala Minnola, Levanzo
Giorno 2 : La spiaggia di cala Minnola (foto di Navily)

 

GIORNO 3 : il Faraglione di Levanzo e rotta verso Marettimo !

Cala Minnola → Cala Camarro → Porto Scalo Nuovo Marettimo (15 miglia nautiche - 3 ore)

Prendiamo il largo per raggiungere l’isola di Marettimo ma prima facciamo una sosta a Cala Camarro, proprio di fronte al Faraglione che ci regala un panorama davvero splendido.

Marettimo invece è l'isola piú incontaminata dell'arcipelago con molte aree non navigabili se non con barche autorizzate, decidiamo quindi di ormeggiare nel Porto Scalo Nuovo, fare rifornimenti e trascorrere qui due notti in modo da avere il tempo di esplorare per bene tutta l’isola.

Per la prima sera ci fermiamo a cena al ristorante Il Veliero, con vista mare e facciamo un giro nel borgo del caratteristico paese di Marettimo.

 

Faraglione isola di Levanzo
Giorno 3 : Vista aerea sul Faraglione di Levanzo (foto di Navily)

 

GIORNO 4 : Giro dell’isola di Marettimo !

Porto Scalo Nuovo Marettimo (giro dell’isola)

Il quarto giorno è dedicato alla visita dell’isola di Marettimo, essendo tutta la parte di mare a ponente dell’isola zona A dell’area marina protetta, non ci è possibile navigare con la nostra barca. Decidiamo quindi di fare il giro dell’isola con una delle barche di “Marettimo con Pippo”. Partiamo alle 10:30 di mattina da Scalo Vecchio, durante il tour visitiamo diverse grotte come: grotta Cammello, Perciata, del Presepe e altre. Inoltre vediamo il castello di Punta Troia, il faro dell’isola, il cimitero monumentale e ci tuffiamo nelle bellissime acque di Cala Bianca, davvero stupenda !

Il giro dura mezza giornata quindi quando rientriamo pranziamo e decidiamo di raggiungere a piedi la suggestiva spiaggia di Praia dei Nacchi dove passiamo il resto del pomeriggio, prima di andare a goderci un aperitivo al calar del sole al Caffé Tramontana.

Al porto é possibile fare rifornimenti e se volete comprare del cibo c'è un minimarket con prodotti locali vicino al porto Nuovo e un altro piccolo supermercato nel centro del paese.

 

grotta a Marettimo
Giorno 4 : Esplorazione di una delle tante grotte sull'isola di Marettimo (foto di Adobe Stock)

 

GIORNO 5 : Ritorno a Favignana !

Porto Nuovo Marettimo → Porto di Favignana (15 miglia nautiche - 3 ore)

Per il penultimo giorno decidiamo di tornare sull’isola di Favignana, questa volta però ci fermiamo al porto della cittá. Una volta scesi dalla barca affittiamo delle bici per arrivare prima in alcune spiagge piú lontane dal centro cittá, ci rechiamo alla bellissima Cala Azzurra e poi a Lido Burrone. Se preferite fare un giro piú culturale, visitate lo stabilimento dismesso e oggi adibito a museo della tonnara, merita davvero il tempo che ci passerete.

Per la cena compriamo del pesce di giornata in una pescheria a Favignana e mangiamo in barca al tramonto.

 

tramonto in barca nelle Egadi
Giorno 5 : Tramonto al porto visto dal catamarano noleggiato da Andrea (foto di Andrea, cliente Filovent)

 

GIORNO 6 : Si conclude in bellezza con la degustazione di Marsala !

Porto di Favignana → Marsala (15 miglia nautiche - 3 ore)

La nostra vacanza è giunta al termine, partiamo dal porto di Favignana per ritornare a quello di Marsala. Una volta arrivati facciamo rifornimento e nel pomeriggio decidiamo di fare un giro per la cittá e concludere in bellezza con una degustazione di vini alle cantine Florio.

 

cantine Florio
Giorno 6 : visita all'interno delle cantine Florio (foto di Adobe Stock)

 

7. Quali sono le condizioni metereologiche ?

 

La Sicilia ha un clima mediterraneo ma ha temperature piuttosto elevate, infatti in estate si possono raggiungere anche picchi di 40° in estate e 20° in inverno.

I venti dominanti sono due, il Maestrale, non troppo caldo e proveniente da nord-ovest e lo Scirocco molto piú caldo siccome viene dal deserto del Sahara e che soffia da Sud.

Vi consiglio di navigare in questa area nei mesi precedenti l’inizio dell’alta stagione, ovvero da maggio a inizio luglio oppure in quelli successivi di settembre e ottobre, in modo da evitare il periodo di turismo piú elevato e allo stesso tempo un caldo insostenibile.

 

 

Ringraziamenti

Vorrei ringraziare Andrea e Alessandro per il tempo dedicato a rispondere a tutte le mie domande sulle lore vacanze nelle Egadi partendo da Marsala.

 

Consulenti specializzati che vi consigliano con serietà, reattività e trasparenza

Marina
Ismael
François
Carlotta
Angelica
Stefano

Recensioni dei clienti dopo aver prenotato una barca

Parlano di noi...